Bilancio familiare. Come controllare le entrate e le uscite

Scopri come gestire al meglio le tue finanze personali
Avere il controllo delle entrate e delle spese effettuate è fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi di risparmio e poter tenere un budget da destinare per esempio ad una vacanza, o a coprire piccole spese impreviste o semplicemente per togliersi un capriccio. Se desideri avere il controllo delle tue finanze personali, la prima cosa da fare è imparare a gestire le tue entrate e uscite. In questo articolo ti spieghiamo quali aspetti devi tenere in considerazione per creare un bilancio familiare e registrare i guadagni e le spese.

Primo passaggio: creare un bilancio familiare

Per controllare al meglio le tue entrate e le tue uscite il primo passaggio da fare è quello di creare un bilancio familiare mensile, registrando in una colonna tutte le entrate indipendentemente dalla provenienza. Spesso infatti si tende ad associare le entrate esclusivamente alla busta paga, non considerando altre fonti di guadagno.

Dopodiché, in un’altra colonna, dovrai registrare le spese fisse che di solito comprendono l'affitto o il mutuo, le bollette del telefono, di Internet e le quote periodiche delle utenze domestiche (come l’acqua, la luce e il gas). È vero che spesso l'importo delle utenze è variabile ma, anche se la cifra stabilita non è completamente esatta, è utile comunque per ottenere una stima dei costi
Una volta completati questi due passaggi, bisognerà calcolare la differenza tra le entrate e le uscite. Il risultato di questa operazione rappresenterà il risparmio mensile. Ad esempio, se versiamo € 2000 e spendiamo € 900, rimarranno € 1100 che potranno essere destinati al risparmio e alle eventuali spese impreviste. 

Ricorda che risparmiare è fondamentale per raggiungere gli obiettivi finanziari a livello personale e per coprire le necessità giornaliere. 

Come registrare le entrate e le uscite

Una volta fatto il bilancio, bisognerà trovare il modo migliore per registrare le entrate e le uscite che ci permetteranno di sapere a fine mese se l'obiettivo di risparmio è stato raggiunto, e quali sono le spese variabili che si sono ripetute maggiormente. Gli strumenti più utilizzati per tenere questo registro sono i seguenti:

  • Applicazioni per smartphone: al giorno d'oggi ci sono numerose piattaforme che consentono di registrare le entrate e le uscite con un solo click. Inoltre, la maggior parte di queste app, ti danno la possibilità di organizzare le entrate in categorie, come ad esempio: alimentazione, trasporto, cinema, ecc. Come l'App BBVA che ha al suo interno una sezione chiamata “Entrate e uscite” per controllare le spese.
  • Fogli di calcolo Excel: Internet offre diversi modelli di Excel su cui registrare le entrate e le uscite. Sono personalizzabili e consentono di stabilire le categorie in base alle esigenze. Inoltre, se i fogli di calcolo si trovano su una piattaforma Cloud, puoi registrare le spese sia dallo smartphone che dal computer.
  • I quaderni: anche questa è un'ottima alternativa per tenere il registro della contabilità, soprattutto per coloro che amano la carta. Un quaderno piccolo potrà essere sempre tenuto a portata di mano. È meglio usarlo esclusivamente per le finanze, senza aggiungere altri contenuti.

Indipendentemente dal metodo che scegli, assicurati di registrare tutte le spese, anche le più piccole. Per non farti sfuggire nulla, registra ogni movimento di entrata o di uscita nel momento in cui viene effettuato. Nel caso non fosse possibile, ti consigliamo di conservare lo scontrino o, se hai pagato con la carta, accedi al conto dall'app dello smartphone.

Trucchi per risparmiare sulle spese giornaliere

Oltre a tenere un registro delle spese per avere il controllo delle tue finanze, esistono altri modi per riuscire a risparmiare di più senza troppe rinunce. Ecco alcuni esempi:

  • Organizzare la lista della spesa: facendo una lista prima di andare al supermercato eviterai di acquistare prodotti non necessari.
  • Approfittare degli sconti: vale la pena consultare le offerte più vantaggiose e le promozioni speciali, come ad esempio i giorni senza IVA. In questo caso, bisogna attenersi ad acquistare solo ciò che è necessario e non ciò che sembra economico.
  • Pensare se gli extra giornalieri ti rendono felice: alcuni, per esempio, non riescono a fare a meno del caffè a metà mattina perché li fa sentire meglio, per altri invece è una semplice routine. Eliminare queste spese ti permetterà di investire su altre attività.

In conclusione, se vuoi sapere come puoi controllare le tue entrate e le tue uscite, inizia facendo un bilancio. Stabilisci quali sono le spese fisse e quelle variabili e definisci un obiettivo di risparmio. Successivamente, scrivi tutte le entrate e le uscite del mese ed elimina le spese di cui puoi fare a meno, che non influiscono sul tuo benessere.

Semplifica la gestione delle tue finanze e scegli gli strumenti più efficienti per tenere sempre sotto controllo le tue spese.

Ti potrebbe interessare