F24: cos’è e a cosa serve

F24 è un modello per il versamento delle imposte dell’Agenzia delle Entrate di cui usufruiscono i contribuenti, sia titolari di partita IVA che non, per pagare vari tipi di imposte, tasse e tributi alla pubblica amministrazione.

Per pagare con il Modello F24 è possibile scaricare il modulo in PDF dal sito dell’Agenzia delle Entrate e compilare le diverse sezioni presenti con i dati dei tributi che si ha bisogno di versare.
Il modulo è diviso in sezioni: in alto vanno inseriti i dati del contribuente (dati anagrafici, codice fiscale e domicilio fiscale), nella parte centrale vanno inseriti i dati relativi ad ogni singolo ente destinatario del pagamento (Erario ed Enti Locali, INPS, Inail) e nella parte finale andranno i dati della Banca o dell’ente che si occupa del pagamento delle tasse.

 

Quali tributi è possibile pagare con F24?

Il Modello F24, come abbiamo detto, serve ai contribuenti per il versamento di tributi, contributi e imposte.
Ecco alcuni dei tributi più comuni che è possibile pagare con F24: 

  • imposte sui redditi
  • ritenute d’acconto
  • Irap
  • IVA
  • Imu, Tari e Tasi
  • canone tv, addizionale regionale e comunale Irpef
  • contributi e premi Inps, Inail, Enpals, Inpdap e Inpdai
  • tasse scolastiche
  • imposte e tasse di successione
  • registrazione del contratto di affitto
  • accise, imposta di consumo e di fabbricazione
  • imposta di bollo
  • altri tributi.

La lista completa e aggiornata è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Quanti Modelli F24 esistono?

Le tipologie di Modello F24 sono attualmente 4 e sono diverse in base alle specifiche imposte da pagare.

  • Modello F24 Ordinario: è quello tradizionale utilizzato per il versamento dei tributi più comuni e permette al contribuente di effettuare con un’unica operazione il pagamento delle somme dovute.
  • Modello F24 Semplificato: si usa per pagare e compensare le imposte erariali, regionali e degli enti locali, compresa l’Imu. Si compone di un solo foglio ed è chiamato semplificato perché più semplice da compilare.
  • F24 Accise: è analogo al modello ordinario e si utilizza per il pagamento delle accise, ma anche dei tributi di Monopolio ed altre somme.
  • F24 ELIDE (sigla che sta per Elementi Identificativi): è un modello che viene utilizzato per i versamenti in cui è necessario inserire informazioni che non possono essere inserite nel modello F24 ordinario o semplificato.
Addio file agli sportelli, paga le bollette con lo smartphone
Dall’app o dal sito web paga facilmente tasse, bollette e spese periodiche con PagoPA, Cbill o F24 semplificato.

Come pagare il Modello F24 online con BBVA

I contribuenti possono presentare il modello F24 in forma cartacea presso uno sportello dell’Agenzia delle Entrate, in banca o in un ufficio postale, o pagare comodamente online nel sito dell’Agenzia delle Entrate o tramite i servizi di internet banking messi a disposizione dal proprio istituto bancario o da Poste Italiane.

Con BBVA è possibile pagare online tasse e tributi in modo semplice e veloce con il Modello F24 semplificato, e potrai farlo comodamente da casa quando vuoi. Entra nell’app o nel sito web, seleziona il tuo conto e clicca su “Paga tasse e bollette”. Scegli il Modello F24 semplificato e inserisci i dati richiesti. Il pagamento è immediato e il riepilogo dell’operazione e la commissione saranno visibili all’istante sul tuo conto corrente.

 

Apri il Conto Corrente online BBVA e ricevi la carta di debito digitale o fisica a costo zero.

Ti potrebbe interessare