Qual è la differenza tra carta di credito e carta di debito?

Carte di credito, carte di debito, carte prepagate, carte virtuali...Grazie alla tecnologia, c'è una crescente varietà di carte ognuna con le sue funzionalità. Oltre ai prelievi di contanti o all'acquisto di beni e servizi in negozi e altri stabilimenti, le carte permettono di pagare con il cellulare, ricevere avvisi per ogni movimento effettuato o fare acquisti online in modo più sicuro. Alcune sono collegate ad un conto corrente, altre invece funzionano come delle semplici carte ricaricabili in cui versare contanti tutte le volte che se ne ha bisogno.

Il metodo di pagamento con carta in negozi e online è sempre più diffuso e usato soprattutto per un tema di sicurezza e convenienza. Anche se il funzionamento tra una carta di debito e una carta di credito può essere simile, ci sono delle differenze e hanno delle caratteristiche diverse che bisogna tenere in conto per gestirle correttamente e per sfruttare al massimo i vantaggi che ognuna offre.

Per capire la differenza, partiamo prima dalle caratteristiche principali di ognuna di queste carte. 

Carta di debito

La carta di debito (chiamata comunemente anche bancomat) consente di spendere solo il saldo presente sul tuo conto corrente. È la carta più usata per la sua semplicità e convenienza.

  • È collegata al tuo conto corrente.
  • Quando fai un prelievo presso uno sportello ATM (o bancomat) viene dedotto dal saldo che hai a disposizione sul tuo conto in quel momento. 
  • L’addebito di un pagamento in un negozio o online, avviene automaticamente in tempo reale.
  • Il limite del saldo dipende dalla quantità totale di denaro che hai sul tuo conto corrente. 
  • Permette il ritiro di contanti presso gli sportelli ATM (bancomat) senza commissioni. Si paga solo se il prelievo contanti avviene presso una banca non convenzionata con la propria o all’estero.
  • Richiede un codice PIN per poter prelevare contanti o pagare nei negozi.
  • Per le spese online viene richiesto il codice CVV presente sul retro della carta, il nome del titolare e il PAN.
  • È possibile usarla anche all’estero perché è spesso associata a circuiti internazionali.

La carta di debito è sicura e versatile, adatta sia per acquisti online che per acquisti in negozio.

Carta di credito

La carta di credito permette di fare acquisti anche quando non si dispone del denaro contante perché la spesa viene addebitata sul conto solitamente il mese successivo al pagamento effettuato.

  • Puoi effettuare pagamenti in negozi e online con denaro che ti presta la tua banca e che devi restituire entro un certo periodo di tempo. 
  • Ha un limite di credito fissato dalla banca e determinato in base al tuo reddito. 
  • Ti permette di finanziare acquisti che diversamente non potresti fare con il tuo reddito o i tuoi risparmi.  
  • Permette il ritiro di contanti presso gli sportelli ATM (bancomat) pagando una commissione.
  • Può essere utilizzata ed è spesso richiesta come garanzia per prenotare alberghi, viaggi, noleggiare auto, etc.

Il pagamento con carta di credito offre il gran vantaggio di poter disporre sempre di un plafond utilizzabile per i propri acquisti e spese.

Ora che abbiamo visto quali sono le principali caratteristiche e modalità di utilizzo, ritorniamo alla domanda iniziale: qual è la differenza tra carta di credito e carta di debito?

La differenza tra carta di debito e carta di credito è legata sostanzialmente a come paghiamo il debito generato dai nostri acquisti. Con una carta di debito, il pagamento viene addebitato direttamente sul conto corrente del titolare della carta, permettendo così il pagamento solo se si è in possesso di liquidità e fino al limite dei fondi presenti nel conto.

Con una carta di credito, invece, si può pagare anche se non si hanno fondi, e rimandare il pagamento al mese successivo. In questo modo, il titolare della carta contrae un debito con la banca ed è per questo motivo che prima di concedere una carta di credito, la banca verificherà che il cliente abbia un reddito per coprire le eventuali spese.
Il pagamento viene solitamente addebitato sul conto corrente entro il 15 del mese successivo alla transazione e può essere verificato mensilmente sul proprio estratto conto. Con la banca online, in realtà, puoi controllare la situazione del tuo conto in qualsiasi momento e ovunque tu sia, potendo così visualizzare tutti i movimenti della carta di credito. Questo ti permetterà di controllare quanto stai spendendo a credito e non trovarti delle sorprese al momento dell’addebito sul tuo conto corrente.

In definitiva, sebbene la carta di credito sia più flessibile ed abbia dei massimali più alti,  con una carta di debito non è possibile fare acquisti che richiedono un importo maggiore rispetto a quello disponibile sul proprio conto corrente, garantendo così una maggiore sicurezza e controllo.
Meglio avere allora una carta di debito o una carta di credito? La risposta è: dipende. Non esiste una soluzione migliore ma la soluzione più adatta ad ogni persona che sceglierà in base alle proprie necessità e al tipo di utilizzo che ne dovrà fare.

La Carta di Debito BBVA e i pagamenti a rate

Abbiamo visto che con la carta di debito l'importo viene addebitato direttamente sul conto del titolare della carta e detratto dal suo saldo nel momento in cui si effettua un acquisto.

In alcuni casi però, è anche possibile pagare a rate le spese realizzate con la carta di debito.
La Carta di Debito BBVA ti offre per esempio questa possibilità. Grazie al servizio di Pay&Plan potrai, dopo aver fatto un acquisto, diluire l’importo in rate mensili per poter affrontare con tranquillità le tue spese e arrivare comodamente a fine mese.
Entra nel tuo conto e cerca nella lista dei movimenti gli acquisti con l’etichetta "rateizzabile", potrai rateizzare fino a 5 acquisti in una sola operazione, hai fino a 90 giorni di tempo dall’acquisto e pagherai delle commissioni sono davvero vantaggiose.

 

Richiedi la tua Carta di Debito BBVA con CVV Dinamico fisica o virtuale a costo zero aprendo il Conto Online BBVA

Ti potrebbe interessare