Differenza tra saldo contabile e saldo disponibile

Saldo contabile e saldo disponibile sono due voci legate alla gestione del conto corrente e servono per monitorare e conoscere l’importo esatto disponibile sul nostro conto.
Conoscere la differenza tra saldo contabile e saldo disponibile è fondamentale per una corretta gestione del conto corrente e per evitare di trovarsi davanti ad uno scoperto bancario.
Ricarica il tuo conto corrente in un istante e senza costi
Non lasciare il tuo conto in rosso! Effettua una ricarica con la carta carta di debito o prepagata di un’altra banca per avere subito saldo disponibile.

Cos’è il saldo contabile

Il saldo contabile è l’importo che fa riferimento a tutte le operazioni in entrata e in uscita avvenute sul nostro conto corrente fino a una certa data, comprese quelle contabilizzate ma non ancora disponibili. Per questo motivo è possibile che, se controlliamo l’estratto conto, l’importo non corrisponda alla liquidità vera e propria che si ha a disposizione perché il saldo non è stato ancora aggiornato.

Facciamo un esempio. Supponiamo di avere nel nostro conto corrente un saldo pari a 600€, e in questo caso il saldo contabile e saldo disponibile coincidono. Se facciamo un acquisto online di 100€, il saldo disponibile scende a 500€ (questo importo rappresenta la liquidità, i soldi che effettivamente abbiamo e sono disponibili sul nostro conto), mentre quello contabile rimane a 600€ fino a quando non passerá qualche giorno e sarà aggiornato a 500€. 

Altro esempio. Se nel conto corrente abbiamo 1.000€, e versiamo un assegno bancario da 500€, il saldo contabile sarà di 1.500€, ma il saldo disponibile rimarrà a 1.000€ per qualche giorno.

Solitamente il saldo contabile viene aggiornato ogni 48 ore, e in quel momento coinciderà con il saldo disponibile, a meno che nel frattempo non si siano effettuate altre operazioni in entrata o in uscita.

 

Cos’è il saldo disponibile

Il saldo disponibile è l’importo presente sul nostro conto corrente che possiamo effettivamente utilizzare e di cui possiamo disporre per le nostre operazioni di spesa, bonifico, prelievo, etc.
Questo saldo include anche le operazioni più recenti che sono già state effettuate ma che non sono state ancora contabilizzate (e quindi non figurano nel saldo contabile). Si tratta cioè di tutti quei pagamenti già avvenuti e autorizzati sul conto che stanno per essere processati, ma che non sono ancora registrati all'interno della nostra lista dei movimenti.

Per cui, mentre il saldo contabile comprende tutte le operazioni registrate sul conto corrente e che possiamo visualizzare nella lista dei movimenti, il saldo disponibile mostra quanti soldi ci sono effettivamente sul conto che possiamo utilizzare subito, ed include anche le spese recenti non ancora inserite nella lista movimenti.

Altre due voci da tenere presente nella gestione del conto corrente sono la data disponibile, che indica il giorno dal quale si possono utilizzare le somme per pagamenti e prelievi, e la data contabile che indica il giorno in cui viene eseguita la registrazione di una operazione contabile.

Per controllare sia il saldo contabile che quello disponibile e visualizzare la lista dei movimenti, basta accedere al proprio servizio di internet banking dall’app o dal sito web della propria banca.

Apri il Conto Corrente Online BBVA e ricevi la carta di debito digitale o fisica a costo zero.

Ti potrebbe interessare